Guida Rapida: Enerbuilding per il SUPERBONUS

Che tipo di supporto fornisce Enerbuilding?





In cosa consiste il servizio 110 NO PROBLEM?





"A costo zero" significa che potrò fare i lavori gratuitamente?





Quali servizi di ristrutturazione e riqualificazione energetica offre Enerbuilding?






 

SUPERBONUS: cosa è importante sapere

Superbonus, di cosa si tratta?


Tra le misure finalizzate a rimettere in moto il paese, il Decreto Rilancio ha introdotto il cosiddetto Superbonus 110%. Si tratta della possibilità di portare in detrazione fiscale il 110% delle spese sostenute per chi effettuerà interventi di isolamento termico, sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale e riduzione del rischio sismico nei propri condomini o abitazioni singole. Il Superbonus è un’agevolazione introdotta dal Decreto Rilancio che eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute per specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di interventi antisismici, di installazione di impianti fotovoltaici o delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici.La detrazione in origine spettava per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021 ma per effetto di successive modifiche normative (legge 30 dicembre 2020, n. 178 - legge di bilancio 2021 e, da ultimo, decreto legge 6 maggio 2021, n. 59), il Superbonus si applica alle spese sostenute entro il: - 30 giugno 2022 dalle persone fisiche, al di fuori dell'esercizio di attività di impresa, arte o professione, per interventi su edifici unifamiliari o su unità immobiliari, funzionalmente indipendenti e che dispongano di uno o più accessi autonomi dall'esterno, situate all'interno di edifici plurifamiliari (cfr. art. 119, commi 1 e 4 del Decreto Rilancio) - 30 giugno 2022 dalle persone fisiche, al di fuori dell'esercizio di attività di impresa, arte o professione, per interventi su edifici composti da due a quattro unità immobiliari distintamente accatastate, posseduti da un unico proprietario o in comproprietà da più persone fisiche. Solo nel caso in cui alla scadenza del predetto termine del 30 giugno 2022, siano stati effettuati lavori per almeno il 60 per cento dell'intervento complessivo, il Superbonus spetta anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022 (cfr. art. 119, comma 8-bis del Decreto Rilancio) - 31 dicembre 2022 dai condomìni (cfr. art. 119, comma 8-bis del Decreto Rilancio) - 30 giugno 2023 dagli IACP comunque denominati nonché dagli enti aventi le stesse finalità sociali dei predetti istituti, istituiti nella forma di società che rispondono ai requisiti della legislazione europea in materia di "in house providing" per gli interventi di risparmio energetico. Qualora a tale data (30 giugno 2023) siano stati effettuati lavori (finalizzati al risparmio energetico o antisismici) per almeno il 60 per cento dell'intervento complessivo, la detrazione spetta anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2023 (cfr. art. 119, commi 3-bis e 8-bis). Le nuove misure si aggiungono alle detrazioni previste per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, compresi quelli per la riduzione del rischio sismico (c.d. Sismabonus) e di riqualificazione energetica degli edifici (cd. Ecobonus). Tra le novità introdotte, è prevista la possibilità, al posto della fruizione diretta della detrazione, di optare per un contributo anticipato sotto forma di sconto praticato dai fornitori dei beni o servizi o, in alternativa, per la cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante. In questo caso si dovrà inviare una comunicazione per esercitare l’opzione. Il modello da compilare e inviare online è quello approvato con il provvedimento del 12 ottobre 2020




Decreto Rilancio 2020, cos'è e quali agevolazioni prevede?


Il Decreto Rilancio è stato convertito nel Decreto Legge 34/2020 per incentivare alcuni interventi di riqualificazione degli edifici e rilanciare le imprese dopo il difficoltoso periodo di pandemia. In particolare, gli articoli 119 e 121 prevedono la possibilità di beneficiare di agevolazioni fiscali al 110% per alcuni tipi di interventi di riqualificazione energetica (Ecobonus), riduzione del rischio sismico (Sismabonus) e installazione di impianti fotovoltaici e colonnine di ricarica di veicoli elettrici. La detrazione fiscale del 110% vale per i lavori effettuati dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2022. A seconda dell’anno di sostenimento della spesa, cambia la suddivisione della detrazione negli anni: - in 5 rate di pari importo per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2021 - in 4 quote annuali di pari importo per le spese sostenute nell’anno 2022




Superbonus, chi può beneficiarne?


Il Decreto Rilancio specifica che possono beneficiare del Superbonus 110%: - condomini - persone fisiche - istituti autonomi per le case popolari - cooperative di abitazione a proprietà indivisa - enti del terzo settore - associazioni e società sportive dilettantistiche




Superbonus, quali sono i requisiti per accedervi?


Tra i requisiti necessari per accedere all'agevolazione del 110%: -rispettare le prescrizioni del Decreto Requisiti pubblicato dal Ministro dello Sviluppo Economico in data 6 agosto 2020 -assicurare nel loro complesso il miglioramento di almeno due classi energetiche dell'edificio o delle unità immobiliari situate all'interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall'esterno o il conseguimento della classe energetica più alta possibile, da dimostrare mediante l’attestato di prestazione energetica (A.P.E) ante e post-intervento, rilasciato da tecnico abilitato nella forma di dichiarazione asseverata




Superbonus, quali tipi di immobili possono usufruirne? -


Gli immobili che possono usufruire del Superbonus 110% sono: - le parti comuni dell'edificio - singole unità immobiliari intestate a persone fisiche e che non siano attività commerciali - edifici unifamiliari o unità immobiliari all’interno di edifici plurifamiliari indipendenti e con accesso autonomo dall’esterno. Sono escluse le unità immobiliari che appartengono alle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.




Superbonus, cosa si intende per asseverazioni necessarie?


L'asseverazione o perizia tecnica asseverata è di fatto una particolare forma di perizia in cui il relatore afferma che tutto quanto viene riportato è veritiero. Con Enerbuilding sarà il team tecnico a gestire autonomamente la stesura di attestazioni e asseverazioni. Per tutti gli interventi che beneficiano del Superbonus 110%, è necessario che il tecnico abilitato rilasci specifiche asseverazioni per: - il rispetto dei requisiti minimi tecnici degli interventi - la congruità dei costi massimi previsti per gli specifici interventi. Una copia dell’asseverazione viene trasmessa esclusivamente per via telematica all’ENEA.




Quali interventi di riqualificazione energetica sono ammessi?


Gli interventi si dividono in due categorie. 1) Gli interventi trainanti sono gli interventi mirati al conseguimento della più alta classe energetica disponibile per la tua casa o per il tuo condominio. Sono quelli che tagliano i costi in bolletta di luce e gas: a. Cappotto termico: si tratta dell’apposizione di materiale isolante lungo le superfici orizzontali e inclinate che interessano l’involucro dell’edificio, per oltre il 25% della superficie disperdente lorda. Sono fissati diversi tetti di spesa. b. Sostituzione dell’impianto di riscaldamento: si tratta dell’installazione o della sostituzione di impianti di riscaldamento condominiali con impianti a pompa di calore o a condensazione, impianti di microcogenerazione o collettori solari per la produzione di acqua calda. 2) Gli interventi trainati sono gli interventi che effettuati singolarmente godono di detrazioni del 50% e del 65%. Possono essere effettuati da soli ma beneficiano della detrazione al 110% solo se abbinati agli interventi trainanti elencati sopra. a. Pannelli fotovoltaici: per risparmiare sulla bolletta della luce con l’installazione di impianti solari fotovoltaici e accumulatori ad essi integrati connessi alla rete elettrica. b. Colonnine di ricarica elettriche: per ricaricare comodamente i veicoli ad alimentazione ibrida ed elettrica con le charging station. c. Infissi e schermature solari: per risparmiare con diverse tipologie di schermature solari e infissi che impediscono il surriscaldamento degli ambienti e riducono l’utilizzo dei condizionatori. d. Impianti di climatizzazione: per contenere i consumi con l’installazione o la sostituzione di impianti di climatizzazione d’aria in pompa di calore (sia per il riscaldamento che per il raffreddamento) che offrono qualità delle prestazioni. In caso di immobili per i quali non sia possibile compiere gli interventi edilizi trainanti a causa di limitazioni o vincoli, gli interventi trainati beneficiano della detrazione anche senza essere legati ad un intervento trainante.




Quali attestazioni e asseverazioni servono per gli interventi ammessi al Superbonus 110%?


Per tutti gli interventi, è necessario che il tecnico abilitato rilasci specifiche asseverazioni per: - il rispetto dei requisiti minimi tecnici degli interventi - la congruità dei costi massimi previsti per gli specifici interventi. Una copia dell’asseverazione viene trasmessa esclusivamente per via telematica all’ENEA. + Come avviene la detrazione fiscale degli interventi del superbonus al 110%? La detrazione fiscale del 110% è ripartita a seconda dell’anno di sostenimento della spesa: - in 5 rate di pari importo per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2021 - in 4 quote annuali di pari importo per le spese sostenute nell’anno 2022 In alternativa, vengono ammessi lo sconto in fattura e la cessione del credito d’imposta a terzi, comprese le banche e gli altri intermediari finanziari. + Quali sono i limiti di spesa degli interventi per usufruire del Superbonus 110%? Per gli interventi di isolamento termico la detrazione è così calcolata sull’ammontare complessivo: - fino a 50.000 euro per edifici unifamiliari o per le unità immobiliari situate all’interno di edifici plurifamiliari - fino a 40.000 euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari in edifici da 2 a 8 unità - fino a 30.000 euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari in edifici con più di 8 unità immobiliari Per gli interventi sulle parti comuni degli edifici per la sostituzione degli impianti di riscaldamento la detrazione è così calcolata sull’ammontare complessivo: - fino a 20.000 euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari, fino a 8 unità immobiliari - fino a 15.000 euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari, quando sono più di 8 unità immobiliari Per gli interventi su edifici unifamiliari o per le unità immobiliari situate all’interno di edifici plurifamiliari per la sostituzione degli impianti di riscaldamento la detrazione è così calcolata sull’ammontare complessivo: - fino a 30.000 euro La detrazione è valida anche per le spese di smaltimento e bonifica dell'impianto sostituito









SUPERBONUS: CASI PARTICOLARI

Che tipo di supporto fornisce Enerbuilding?





In cosa consiste il servizio 110 NO PROBLEM?





"A costo zero" significa che potrò fare i lavori gratuitamente?





Quali servizi di ristrutturazione e riqualificazione energetica offre Enerbuilding?






Per qualsiasi altra domanda o per maggiori informazioni

SUPERBONUS: casi specifici

Il Superbonus 100% prevede il miglioramento di due classi energetiche. Se il mio edificio si trova nella fascia A3, basta conseguire la classe A4 perché possa beneficiare del Superbonus 110%?





Il mio condominio composto è composto da più edifici. È possibile effettuare interventi di isolamento termico delle superfici opache riguardanti solo uno degli edifici?





Ho effettuato un intervento di sostituzione della caldaia per il quale ho beneficiato dell'ecobonus. Posso effettuare un nuovo intervento rientrante fra quelli ammessi al Superbonus 110%?






Per qualsiasi altra domanda o per maggiori informazioni